Concerto di San Pietro

Come da tradizione, e (sempre come da tradizione) in maniera magistrale si è conclusa con il Concerto in occasione della Festa Patronale di S. Pietro, la stagione concertistica della Filarmonica. Una stagione che ha dato grandi soddisfazioni agli oltre 60 bandisti ed al loro direttore, Carlo Zappa, e che è terminata con un’applauditissima esecuzione alla presenza di un folto ed attento pubblico.

concerto_sanpietro_300613
Come da tradizione, e (sempre come da tradizione) in maniera magistrale si è conclusa con il Concerto in occasione della Festa Patronale di S. Pietro, la stagione concertistica della Filarmonica. Una stagione che ha dato grandi soddisfazioni agli oltre 60 bandisti ed al loro direttore, Carlo Zappa, e che è terminata con un’applauditissima esecuzione alla presenza di un folto ed attento pubblico.

concerto_sanpietro_300613

Il concerto, che si è anche inserito nei festeggiamenti per i 250° della Chiesa Parrocchiale e per i 40° di sacerdozio del sempre gentilissimo ospite, il Parroco Don Giuseppe Colombo, aveva in scaletta alcuni dei pezzi più applauditi della stagione, da Aida e Oberto, conte di San Bonifacio di Giuseppe Verdi (del quale ricorre il bicentenario dalla nascita), a pezzi originali per banda e cover (sempre più che apprezzata “Queen in concert”, con alcuni dei pezzi più amati del gruppo britannico)

Ora, ben lungi dal prendere congedo dal suo pubblico, la Filarmonica ha in serbo due altri eventi da non perdere: sabato 13 Luglio, presso la Cappelletta, avrà luogo la “Festa d’Estate” con la partecipazione dell’orchestra di Stefano Frigerio, mentre il 19 Luglio in Piazza Marconi si avrà l’attesissimo debutto della Big Band, la nuova formazione, sempre diretta da Carlo Zappa e nata all’interno della Filarmonica, che vede come suo repertorio privilegiato proprio quello delle big bang degli anni ’30, ’40, ’50 (quali ad esempio la Big Band di Duke Ellington o le orchestre di Glenn Miller e Frank Sinatra). Una serata davvero da non perdere per tutti gli amanti della musica.
Il concerto, che si è anche inserito nei festeggiamenti per i 250° della Chiesa Parrocchiale e per i 40° di sacerdozio del sempre gentilissimo ospite, il Parroco Don Giuseppe Colombo, aveva in scaletta alcuni dei pezzi più applauditi della stagione, da Aida e Oberto, conte di San Bonifacio di Giuseppe Verdi (del quale ricorre il bicentenario dalla nascita), a pezzi originali per banda e cover (sempre più che apprezzata “Queen in concert”, con alcuni dei pezzi più amati del gruppo britannico)

Ora, ben lungi dal prendere congedo dal suo pubblico, la Filarmonica ha in serbo due altri eventi da non perdere: sabato 13 Luglio, presso la Cappelletta, avrà luogo la “Festa d’Estate” con la partecipazione dell’orchestra di Stefano Frigerio, mentre il 19 Luglio in Piazza Marconi si avrà l’attesissimo debutto della Big Band, la nuova formazione, sempre diretta da Carlo Zappa e nata all’interno della Filarmonica, che vede come suo repertorio privilegiato proprio quello delle big bang degli anni ’30, ’40, ’50 (quali ad esempio la Big Band di Duke Ellington o le orchestre di Glenn Miller e Frank Sinatra). Una serata davvero da non perdere per tutti gli amanti della musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: