Strepitosi successi della Big Band della Filarmonica

Il concerto di domenica 24 giugno in occasione della Festa di San Pietro e Paolo del complesso bandistico La Filarmonica di Abbiategrasso, ha concluso la densa e proficua stagione concertistica del corpo musicale, ma il pubblico, nei giorni precedenti e successivi, ha continuato a godere della compagnia della musica grazie ai componenti della Big Band.

Difatti, dopo essersi esibiti venerdì 22 giugno presso il cortile della molto disponibile signora Laura Masserini in Corso Italia, in occasione dell’iniziativa “La città che ti piace sotto le stelle”, la Big Band della Filarmonica, sabato 30 giugno, ha partecipato alla manifestazione “Una festa a tutta birra” organizzata dal Corpo bandistico di Rosate e dal comune della città.

La serata si è svolta nella piazza davanti alla Parrocchia di Santo Stefano e, nella prima parte, ha visto alternarsi sul palco rispettivamente il corpo musicale Pietro Mascagni di Cisliano, il corpo musicale Santa Cecilia di Cuggiono e il Corpo bandistico di Rosate, concludendosi con l’esibizione, da parte di tutti i musicanti coinvolti e di alcuni componenti della Big Band, di quattro brani, tra cui la commovente ed intensa Sinfonia n.3 di Mahler e un pezzo tratto da uno dei più noti poemi sinfonici di Richard Strauss, Also sprach Zarathustra.

Successivamente, è stato il momento della Big Band che ha dato inizio alla sua magistrale esibizione eseguendo il suo “cavallo di battaglia”, rappresentato da Satin Doll di D. Ellington, ed altri brani di celeberrimi artisti jazz tra cui Frank Sinatra e Gorni Kramer.

La voce della presentatrice Antonella Bianchi ha introdotto di volta in volta i brani, concedendo qualche attimo di respiro ai grintosi componenti della formazione che hanno dimostrato di avere energia da vendere, tanto quanto la cantante Silvia Orlandi, da poco entrata nel gruppo, che ha debuttato con Blue Moon.

In the mood di J. Garland, Moonlight serenade di G. Miller e molti altri sono stati i brani che hanno portato musica e allegria nella calda serata estiva di sabato 30 giugno e che hanno idealmente trasportato il pubblico nella realtà delle grandi big band della prima metà del secolo scorso.

Al momento, ai musicanti della Filarmonica e della Big Band di Abbiategrasso si prospetta un periodo di meritato riposo accompagnato da un sentimento di soddisfazione nei confronti della ricca stagione appena conclusa e da uno sguardo al futuro, per cominciare a impostare le basi sulle quali edificare i prossimi programmi ed eventi musicali.


Chiara Magistrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: