La Junior Band della Filarmonica al Teatro Dal Verme di Milano

A pochi passi dal Castello Sforzesco di Milano, nel pieno centro della metropoli lombarda, si erge lo storico Teatro Dal Verme, un tempo prestigioso teatro lirico e luogo in cui si tenevano dibattiti politici, oggi utilizzato per concerti di musica classica e proiezioni cinematografiche.

Proprio presso “il teatro più bello di Milano”, così come lo definì Ferdinando Fontana (commediografo, librettista e scrittore italiano, ricordato oggi per aver fornito a Puccini i libretti delle sue prime due opere), la sera di lunedì 25 marzo si è esibita la Junior Band della Filarmonica di Abbiategrasso.

La straordinaria occasione si è creata a seguito del termine del tour in Italia della Symphony Band dell’Arrowhead Union High School di Hartland – Winsconsin – USA che ha scelto di condividere la serata con la banda della Scuola Americana di Milano e la formazione abbiatense.

Alessandro Bagnaschi, Presidente de La Filarmonica

I primi ad esibirsi sono stati proprio i giovanissimi ragazzi della Junior Band (di età compresa tra i 10 e i 25 anni) già da qualche anno sotto la direzione del 22enne Luca Ragona che, nato e cresciuto tra le fila della Filarmonica, nonostante la giovane età, vanta un diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio G. Verdi di Milano e, al momento, al quarto anno di direzione d’orchestra presso lo stesso.

La Junior Band affonda le sue origini nel 2013 e da subito si è posta come obiettivo quello di creare un gruppo affiatato di giovani allievi che, affiancati da colleghi più esperti e già parte dell’organico bandistico, possa cimentarsi nella musica d’insieme in modo da dotarsi di un bagaglio di esperienza musicale utile ai fini del successivo ed effettivo ingresso nel corpo principale della Filarmonica.

La Filarmonica Junior Band – Direttore Luca Ragona

I membri della formazione giovanile, saliti sul palco visibilmente tesi ed emozionati, dopo l’esecuzione di Fighting Falcon March di Stalter, hanno preso sicurezza e fiducia, regalando al folto pubblico uno spettacolo di alto valore artistico.
L’intesa che si è creata nel corso degli ultimi mesi tra i 36 musicanti e il Maestro Luca Ragona è emersa lampante tanto nella cura del suono quanto in quella dei dettagli più fini.

La serata è proseguita tra gli applausi dei 700 presenti in sala e una carrellata di brani tra i quali Intermezzo da Cavalleria Rusticana di Mascagni, The Phantom of the opera di Webber e Processional da Pomp and Circumstance di Elgar.

A seguire, sul palco sono saliti i giovanissimi allievi della Banda della Scuola Americana di Milano diretta da Joshua Yeniw.

Scuola Americana di Milano – Direttore Joshua Yeniw

L’ensemble, completamente internazionale e costituito da ragazzi dagli 11 ai 18 anni, ha presentato un programma caratterizzato da stili di musica contemporanea, romantica e cinematografica, tra cui Amazing Grance e la coinvolgente colonna sonora dal film Star Wars: The Force Awakens.

Dopo un breve intervallo, necessario per organizzare al meglio gli spazi sul paco, si è esibita la Banda Sinfonica della Scuola Superiore Arrowhead Union composta da studenti appartenenti sia al programma dell’insieme di fiati che alla banda sinfonica, che al complesso d’archi e che è stata creata appositamente per il tour Italia 2019.

Scuola Superiore Arrowhead Union – Direttore Jacob Polancich

Il complesso degli allievi della scuola, selezionati tra matricole e studenti senior, è stato alternativamente diretto da Jacob Polancich e da Sarah Dunmire attraverso un vasto e articolato programma tra i quali hanno spiccato Florentiner March di Fucik e Three London Miniatures di Campohouse.

Scuola Superiore Arrowhead Union – Direttore Sarah Dunmire

Al termine della serata musicale sono stati consegnati gli omaggi floreali ai direttori e, quando è stata la volta del Maestro Luca Ragona, si è levato un applauso particolarmente sonoro seguito da un coro di voci dei ragazzi della Junior Band ripetenti “Luca, Luca” a testimonianza dell’affetto e della stima che intercorre sia tra quest’ultimo e i giovani sia tra i parenti e altri Filarmonici che erano presenti al Dal Verme per assistere all’esibizione.

I mesi di prove, sempre più intense con l’avvicinarsi dell’appuntamento, hanno permesso al nutrito gruppo di giovani e al direttore Ragona di raggiungere un risultato più che eccellente tanto sotto il profilo musicale, quanto sotto quello culturale.

Da ultimo, ma non per questo meno importante, la condivisione dell’amore e della passione per la musica ha portato i membri della Junior Band a divenire un gruppo ancora più affiatato.
Una conquista, questa, che a livello umano rappresenta un vanto all’interno della famiglia della Filarmonica di Abbiategrasso, forte di tanti giovani musicanti che sono l’energia e la linfa vitale del futuro.


Chiara Magistrelli

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: