Inizia un nuovo anno musicale

Domenica 4 febbraio La Filarmonica, in procinto di riprendere le attività (anzi, in realtà le prove settimanali hanno già avuto il via) e di presentare al pubblico le novità (una su tutte, il nuovo direttore, che presenteremo presto), ha come di consueto dedicato una giornata al ricordo dei propri defunti ed a un pranzo sociale che diventa momento conviviale e di allegria.

Il tutto è partito di buon’ora, con una sfilata che da Via Alfieri ha percorso il centro fino a Piazza Marconi ove in molti, complice il bel clima, hanno apprezzato l’esecuzione di alcune marce;

Il complesso ha poi partecipato alla Santa Messa in Basilica ove, al termine della funzione, ha eseguito l’intenso “Signore delle cime” e dove è stata letta la Preghiera del Musicante (di cui si può leggere il testo al termine dell’articolo); fuori dalla chiesa, dopo alcuni pezzi, la banda ha sfilato fino al cimitero.

Qui, dopo aver suonato ancora “Signore delle cime” (tra l’altro appena eseguito, ma in forma cantata, dagli Alpini, anche loro presenti per ricordare i propri cari scomparsi) ha sostato davanti al cippo eretto in ricordo dei defunti che “hanno animato la grande famiglia della banda”.

Da qui il corteo si è poi diretto di nuovo verso la sede dove ha avuto luogo l’ottimo pranzo preparato dalle gentilissime mogli e mamme dei bandisti.

Il primo appuntamento ufficiale è previsto ora per sabato 3 marzo, quando a Lecco la Filarmonica renderà omaggio al Maestro Giuseppe di Stefano del quale ricorrono i 10 anni dalla scomparsa.


Paola Magnaghi


PREGHIERA DEL MUSICANTE

O SIGNORE
che hai raccolto nell’armonia dell’Universo
tutte le voci del Creato:
il ruggito del leone
e il gorgheggio dell’usignolo,
il cupo fragore del tuono
e il fresco mormorio delle sorgenti,

NOI TI PREGHIAMO
affinché, sorretti dalla Tua fede
e per amore di essa,
possiamo elevare le voci dei nostri strumenti
fino alle argentee trombe
e alle arpe dorate
degli angeli del Tuo Paradiso.

BENEDICI
i grandi talenti della nostra arte,
benedici tutti coloro che nella musica
elevano la mente e lo spirito;
unisci le loro voci
affinché nello spazio infinito
giungano fino a Te.

CONCEDI A NOI
Il Tuo aiuto per proseguire
nel cammino che molti prima di noi
hanno segnato sul pentagramma
e fa’ che possiamo,
attraverso i nostri strumenti,
diffondere il Tuo messaggio
di fratellanza e di pace,
esaltare la Tua gloria,
dare gioia e speranza ad ogni spirito umano
nel solo, unico linguaggio universale: la musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: