36° Concerto di Novembre

Consueto bagno di folla e di applausi per la 36° edizione del Concerto di Novembre della Filarmonica; l’organico diretto sempre magistralmente da Carlo Zappa (che ad ogni occasione dimostra crescente feeling con i propri bandisti) ha presentato un programma coinvolgente ed interessante, incentrato su alcuni dei più noti musical.

Come sempre, il concerto inizia con l’Inno di Mameli ed il saluto del Presidente, Alessandro Bagnaschi, che ha sottolineato come siano stati portati a compimento i due progetti annunciati lo scorso anno, ovvero la junior e la big band, e come già da quest’anno sia attivo anche un corso, chiamato “musichemozioni” dedicato ai più piccoli.

concerto2013_01

Viene poi il momento della musica; si comincia con Bernstein e West Side Story, prima con una selezione, e poi con la canzone “Somewhere”, durante l’esecuzione della quale si è avuta l’opportunità di ascoltare per la prima volta nella serata i due bravissimi cantanti Stefano Borghi e Marina De Pizzol.

concerto2013_03

Si prosegue poi con “A chorus line”, e la prima parte si conclude con una travolgente selezione da “Grease”, con ancora Marina e Stefano sugli scudi ad interpretare le parti che furono di John Travolta ed Olivia Newton-John.

concerto2013_02

Prima dell’intervallo (durante il quale la Filarmonica ha pensato di organizzare una piccola raccolta di fondi da destinare alle popolazioni filippine colpite di recente dal tifone), sono stati presentati due nuovi bandisti, Erica Spallacci ed Alberto Saita, provenienti dalla scuola di Musica gestita da Carlo Marnati ed Ornella Del Pero.

erica

alberto

La seconda parte è stata invece totalmente dedicata ad uno dei più prolifici e sapienti compositori di musical: Andrew Lloyd Webber. Dal suo repertorio, il pubblico ha avuto il piacere di ascoltare la bellisima “Memory”, tratta da “Cats”, con un accompagnatore d’eccezione al pianoforte: il M° Alberto Meloni, parte integrante anche della big band e del corpo docenti della Filarmonica.

concerto2013_04

A seguire, una selezione da Jesus Christ Superstar, ancora con l’intervento dei due cantanti, “Don’t cry for me, Argentina” dal musical “Evita”, e The phantom of the Opera”, uno dei più suggestivi lavori del compositore inglese.

concerto2013_05

Dal punto di vista musicale, un enorme “bravi” a tutti, dal primo all’ultimo; la Filarmonica dimostra sempre di saper presentare programmi di ogni genere interpretando al meglio le singole sfumature di ciascun pezzo. E così si fa malinconica in “Memory” o in certi brani da “The Phantom of the Opera”, e briosa e possente in “Grease” o “West side Story”. Il merito va certamente a Carlo Zappa, ma anche alla sintonia tra i musicanti, abituati da sempre a suonare insieme. Un’annotazione va fatta anche alla corposa presenza di giovani, molti dei quali parteciperanno attivamente all’expo con la banda giovanile, un complesso di circa 100 elementi, 25 dei quali proverranno proprio dalla Filarmonica. E’ anche questo un motivo di vanto, come sottolineato dal rappresentante ANBIMA Enzo Masutti, intervenuto durante la serata, così come il Sindaco Pierluigi Arrara e la Sig.ra Maria Teresa Abriani per complimentarsi con l’eccellente livello sempre mostrato dalla Filarmonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: