25 Aprile 2017: Corteo e Concerto in Abbiategrasso

Martedì 25 Aprile, per il complesso bandistico La Filarmonica di Abbiategrasso, ha avuto inizio tra nuvoloni che sembravano minacciare piogge imminenti e qualche timido raggio di sole che, di tanto in tanto, ha rischiarato la giornata fitta di appuntamenti. Infatti, a partire dalle 9.15, i bandisti hanno preso parte al consueto corteo organizzato dall’Amministrazione Comunale insieme con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma riunite nell’Assoarma, che si svolge nel giorno della Festa della Liberazione. Dopo la celebrazione della messa nella chiesa di Santa Maria, il percorso previsto ha condotto i partecipanti da Piazza Marconi in Piazza Castello, presso la targa in memoria di Giuseppe Garibaldi e dei partigiani caduti per la libertà, è poi proseguito in direzione di via Colombo e infine in Piazza XXV Aprile.

Accanto al monumento della Resistenza, giovani studenti delle scuole medie hanno letto alcune toccanti poesie a testimonianza e in ricordo dei fatti accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale. In seguito ha preso la parola il sindaco Pierluigi Arrara, rammentando quanto la libertà conquistata nel lontano, ma ancora vivo nelle menti, 1945, sia costata sangue, sacrifici, paure ed eroismi e rappresenti la festa della libertà di tutti. Dopo l’esecuzione di “Bella Ciao” da parte di Banda Filarmonica, sulle note delle marce da parata la sfilata è proseguita, fino al monumento dedicato ai caduti di tutte le guerre, presso il quale dopo l’Alzabandiera è stata suonata “La leggenda del Piave” e la manifestazione ha avuto termine.

Nel pomeriggio, si è svolto il tradizionale concerto della Liberazione di Banda Filarmonica nella splendida cornice di Piazza Marconi. Il clima si è dimostrato clemente e ha concesso ai bandisti e al direttore Carlo Zappa una magistrale esibizione, cominciando verso le ore 16.00 con l’esecuzione dell’Inno di Mameli.

Il brillante presentatore Stefano Borghi ha introdotto ai presenti i brani in programma, il primo è stato “Una banda in fuga” al quale è seguito “Il pullman”, con una melodia scherzosa e dinamica che musicalmente riproduce, seguendo il tragitto di un bus, i suoni e i rumori di una città nel pieno traffico quotidiano, e “La bella e la bestia”, colonna sonora del noto cartone animato Disney. I bandisti hanno poi temporaneamente ceduto il posto ai ragazzi che compongono la Junior Band, formazione satellite di Banda Filarmonica nata nel recente 2013 per riunire giovani allievi che non suonano ancora in organico o hanno iniziato da poco a familiarizzarvi, per prepararli all’entrata effettiva nel complesso bandistico e per consolidare meglio la loro esperienza musicale.

La bacchetta è passata nelle mani del giovane Luca Ragona, diplomato in oboe e attualmente frequentante il corso di direzione d’orchestra presso il conservatorio G. Verdi di Milano, che ha diretto “Così parlò Zarathustra” e “Il fantasma dell’opera”.

Gli ultimi tre brani sono stati “Fighting falcon march”, “La pantera rosa” e “I will follow him” ed hanno visto la partecipazione anche degli alunni di Musichemozioni, un insegnamento volto a introdurre in modo giocoso nel mondo della musica i bambini di età compresa tra i 4 e i 7 anni, che con bastoncini e tamburelli hanno scandito il ritmo durante l’esibizione. Fondamentale la presenza e lo sguardo vigile della professoressa Francesca Cremaschi, che con dedizione e passione ha affiancato i suoi giovanissimi allievi.

Tra gli applausi del numeroso pubblico i bandisti della Filarmonica si sono ricollocati in formazione e la seconda parte del concerto è piacevolmente trascorsa con l’ascolto di brani tratti dalle colonne sonore di celeberrimi film quali “Pirati dei caraibi”, “Il gladiatore” e l’energico “Gonna fly now”, infine non poteva mancare un omaggio floreale al maestro Carlo Zappa che ha festeggiato i suoi 25 anni di direzione del complesso bandistico abbiatense e che come fuori programma ha scelto di proporre “Bella Ciao”.

Doverosi ringraziamenti vanno agli amici del gruppo La Cappelletta per aver messo a disposizione le sedie, utilizzate dai bandisti e dal pubblico, e al fotografo Cosma Ambrogio Maranti per la grande disponibilità e gentilezza nella collaborazione.

L’attenzione è stata poi focalizzata in direzione del tabellone della sottoscrizione a premi che si è svolta non appena concluso il concerto, di seguito sono riportati i numeri vincenti: 1250, 1848, 2629, 196, 673, 2847, 1623, 545, 496, 1986, 2780, 2285, 2435, 2895, 497, 119, 1948, 1510, 2445, 1477, 1436, 462, 682, 1535, 1919, 1512, 399, 265, 2900, 1149, 1786, 2823. È possibile ritirare i premi presso la sede di Banda Filarmonica, in via Alfieri 1.

I musicanti del complesso bandistico venerdì riprenderanno le prove in preparazione dei concerti di giugno che riservano sorprese per il sempre numeroso e caloroso pubblico.


Chiara Magistrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: